I prodotti più acquistati a settembre 2019

Finita l’estate come sono cambiate le nostre abitudini di consumo? Andiamo a scoprirlo insieme grazie ai dati raccolti da Supermercato24 a settembre 2019.

Iniziamo dando un’occhiata allo scontrino medio, che riporta un totale di 69,9 euro. La spesa è in aumento rispetto al mese di agosto, quando era di 68,1 euro, ma la variazione più significativa si ha rispetto a settembre 2018. In un anno si registra infatti un aumento medio del 16%.

Il carrello del mese di settembre vede al primo posto, come nel mese di agosto, formaggi e salumi, che rappresentano il 12,7% della spesa totale a livello nazionale. A seguire troviamo la categoria acqua, bibite e alcolici (11,5%) seguita da frutta e verdura (11,4%) e da carne e pesce (10,1%). Rispetto al mese precedente le preferenze restano quindi più o meno invariate, anche se si apprezza un incremento del 10% nel consumo di carne e pesce. Si può inoltre segnalare un aumento della spesa (in media 0,93 euro in più rispetto al mese di agosto) per i prodotti per la colazione, dolci e snack, quinta categoria in ordine di consumi.

Analizzando gli scontrini delle grandi città, Milano è in linea con i dati nazionali e mette formaggi e salumi al primo posto (12,5% della spesa totale), seguiti da acqua, bibite e alcolici (12,1%), frutta e verdura (11,9%), carne e pesce (10,5%). I consumi di frutta e verdura a Milano sono in calo rispetto al mese precedente, mentre cresce il consumo di carne e pesce e anche di formaggi e salumi. La classifica dei consumi di Torino è perfettamente aderente a quella nazionale, con la categoria colazione, dolci e snack posizionata al quinto posto e in crescita rispetto al mese precedente. Roma registra dati leggermente differenti. La categoria formaggi e salumi nella capitale raggiunge il 13% della spesa totale e frutta e verdura si posizionano al secondo posto, lasciando al terzo le bevande. La categoria colazione, dolci e snack, pur essendo in crescita a settembre, è al settimo posto. Si differenzia in parte dalla tendenza generale anche il carrello di Verona, che vede sì al primo posto formaggi e salumi, ma seguiti da frutta e verdura, dalle bevande e dai prodotti per la colazione. Carne e pesce scivolano al quinto posto.

Ora andiamo a scoprire le preferenze per provincia. Vicenza si conferma la provincia con il maggiore consumo di frutta e verdura: nel mese di agosto la spesa media per questa categoria era pari al 14% del totale del carrello, a settembre 2019 ha raggiunto il 14,8%. In seconda posizione troviamo la provincia di Parma, al terzo posto Pesaro-Urbino. C’è una conferma anche nella categoria carne e pesce, che vede nuovamente in testa Ravenna, seguita, a settembre, da Modena e Livorno. La provincia che ha registrato il maggiore consumo di dolci a settembre 2019 è Vicenza, sul podio la seguono le province di Forlì-Cesena e Livorno. Guadagna infine il primo posto per il consumo di alcolici Genova, secondo e terzo posto per le province di Mantova e Firenze.

Prova Supermercato24

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Supermercato24 da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *