Allevamenti sostenibili, l’impegno di Esselunga

La necessità di riportare al centro la questione della sostenibilità nel settore dell’allevamento, attraverso la selezione e il controllo delle filiere e una sempre maggiore attenzione alle condizioni di vita e alla salute degli animali, è oggi tra gli obiettivi dichiarati delle principali insegne della grande distribuzione. Approfondiamo questo tema attraverso l’esempio fornito da Esselunga, impegnata su questo fronte dalla fine degli anni Novanta.

I primi prodotti freschi a filiera controllata distribuiti con il marchio Esselunga Naturama sono stati il pollo e le uova, seguiti dalla carne di bovino e infine di suino. La filiera Esselunga Naturama si pone come obiettivo la tutela costante della salute dell’animale allevato, con l’impegno di ridurre al minimo indispensabile, e quando possibile eliminare, l’uso di antibiotici. Le regole applicate da Esselunga a questo scopo seguono, e in alcuni casi superano, le richieste della normativa vigente, che prevede controlli ufficiali in diverse fasi della produzione a cura del Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale (CReNBA) e del Ministero della Salute. L’applicazione degli standard dettati dal CReNBA è garantita da Esselunga anche per la produzione di latte fresco.

I fornitori di carne, uova e latte Esselunga sono dunque accuratamente selezionati in base a precisi criteri di qualità e sicurezza, periodicamente monitorati dall’insegna, e i prodotti certificati con apposite icone in etichetta ad uso del cliente finale.

  • Benessere animale: la presenza di questo marchio sul prodotto acquistato è garanzia di un trattamento adeguato dei capi di allevamento, nel rispetto di alti standard qualitativi per quanto riguarda alimentazione, spazi, igiene e necessità specifiche ad ogni specie.
  • No antibiotici: l’eliminazione degli antibiotici va di pari passo con il mantenimento di alti standard all’interno dell’allevamento. Pulizia, aria, possibilità di movimento e mangimi controllati consentono di allevare capi sani e per questo non sottoposti a cure antibiotiche. Dal 2018 l’intera produzione di pollo Esselunga Naturama è antibiotic-free.
  • Qualità e rispetto del territorio: il controllo periodico del territorio e delle acque che interessano le coltivazioni e gli allevamenti è uno degli impegni di Esselunga.
  • Alimentazione controllata: questa icona fa riferimento al mangime utilizzato nella filiera del prodotto acquistato. Il mangime per l’allevamento deve rispettare gli standard qualitativi del marchio Esselunga ed essere un prodotto tracciabile in tutte la fasi della sua produzione.
  • Età minima di allevamento 180 giorni: questa dicitura riguarda l’età minima raggiunta dai capponi a marchio Naturama e supera di 40 giorni l’età minima stabilita per legge.
  • Filiera controllata: dalle materie prime all’ultima fase della produzione è garantito il rispetto delle regole volte a offrire qualità e sicurezza al consumatore finale.

Sempre in nome della sostenibilità e del rispetto del benessere animale, Esselunga ha eliminato dagli scaffali le uova di gallina allevate in gabbia e interrotto da tempo la vendita di foie gras.

Prova Supermercato24

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Supermercato24 da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *