Fragole: proprietà, benefici e controindicazioni

Protagoniste del mese di aprile, le fragole di stagione arrivano ad annunciare l’arrivo della primavera a tavola. Andiamo a scoprire qualcosa in più su questo frutto non solo gustoso, ma anche utile a mantenersi in forma.

Calorie e valori nutritivi delle fragole

Elementi principali
Fragole (100 g)
Acqua90,95 g
Energia32 kcal
Proteine0,67 g
Grassi0,3 g
Carboidrati7,68 g
Fibre2 g
Zuccheri4,89 g
Minerali
Fragole (100 g)
Calcio16 mg
Ferro0,41 mg
Magnesio13 mg
Fosforo24 mg
Potassio153 mg
Sodio1 mg
Zinco0,14 mg
Vitamine
Fragole (100 g)
Vitamina C58,8 mg
Tiamina0,024 mg
Riboflavina0,022 mg
Niacina0,386 mg
Vitamina B60,047 mg
Folato, DFE24 µg
Vitamina A, RAE1 µg
Vitamina E0,29 mg
Vitamina K2,2 µg
Grassi
Fragole (100 g)
Grassi saturi0,015 g
Grassi monoinsaturi0,043 g
Grassi polinsaturi0,155 g

Fonte: USDA Food Composition Databases


I benefici delle fragole

Le fragole sono composte per circa il 90% da acqua e hanno una discreta presenza di fibre. Gli zuccheri sono modesti, i grassi irrilevanti. Apportano circa 30 calorie per 100 grammi, sono quindi particolarmente indicate per le diete di primavera, ipocaloriche e depurative.

L’alta percentuale di acqua unita al potassio, contenuto in abbondanza, le rende dissetanti e rivitalizzanti. Insieme al potassio le fragole forniscono anche ferro e manganese. La buona presenza di vitamina C fa inoltre delle fragole un ottimo alleato per rinforzare il sistema immunitario durante il cambio di stagione. Oltre alla vitamina C contengono acido folico e sono ricche di flavonoidi dal potere antiossidante, un aiuto per mantenere la pelle giovane. Per sfruttare a pieno tutte le virtù delle fragole l’ideale è consumarle fresche e al naturale oppure con l’aggiunta di succo di limone, che andrà ad aumentare l’apporto totale di vitamina C e faciliterà inoltre l’assorbimento del ferro in esse contenuto.

Fragole al naturale

Fragole: qualche controindicazione

Le ottime proprietà nutritive delle fragole non devono far dimenticare che possono esistere anche alcune controindicazioni al loro consumo e che può essere necessario, più che per altri frutti, fare attenzione alle quantità giornaliere. Sono infatti piuttosto frequenti i casi di reazioni simil-allergiche alle fragole, che si manifestano principalmente sotto forma di dermatiti e orticarie. In molti casi queste manifestazioni sono riconducibili a un consumo eccessivo di fragole da parte di soggetti sensibili, che potrebbero non manifestare sintomi se le quantità ingerite rimangono modeste.

I principali usi delle fragole

Ottime al naturale e in macedonia, le fragole sono anche protagoniste di innumerevoli ricette dolci e compaiono come ingrediente principale o decorativo per torte, frullati, mousse, piccola pasticceria, marmellate e sciroppi. Tra le ricette salate che vedono utilizzate le fragole si va dal risotto al gazpacho, dove vengono abbinate al pomodoro.

Torta di fragole e mirtilli

Fragole: come conservarle?

Sensibili al caldo e all’umidità, dopo l’acquisto le fragole si conservano in frigorifero per pochi giorni, liberandole dalla plastica che generalmente avvolge il cestino e che potrebbe favorire la formazione di muffe. È inoltre importante attendere il momento del consumo per privare le fragole del picciolo e per lavarle. Farlo troppo in anticipo rischia di comprometterne gusto e compattezza.

Le principali varietà di fragole

Esistono tanti tipi di fragole, con caratteristiche differenti per dimensioni e gusto, in particolare se ci si riferisce all’equilibrio tra dolce e aspro. Quasi ogni anno la coltivazione di questo frutto si arricchisce di nuove varietà, andremo a elencarne solo alcune tra le più note.

  • Belrubi: è una delle varietà più diffuse di fragole in Italia, prodotta tipicamente al Nord, in pianura. La fragola Belrubi è di medie dimensioni, forma allungata, ha un colore rosso brillante e la sua polpa è molto zuccherina.
  • Senga Sengana: la fragola Senga Sengana è caratterizzata da un colore scuro e intenso e dalle dimensioni medio-piccole. La polpa è piuttosto compatta e il gusto equilibrato.
  • Gorella: la varietà di fragole Gorella matura tardivamente, è infatti possibile trovarla solo dopo la seconda metà di maggio. I frutti sono conici e di dimensioni non troppo grandi. Tagliata in due, la sua forma ricorda un cuore.
  • Charlotte: varietà francese di piccole dimensioni, la fragola Charlotte è molto saporita e spiccatamente zuccherina.
  • Roxana: la Roxana è una varietà di fragola italiana a maturazione tardiva, caratterizzata da grosse dimensioni, forma allungata e colore intenso. La polpa ha una consistenza piuttosto compatta e mediamente saporita.
  • Fragoline di Nemi: prodotto tipico del borgo di Nemi, nel cuore dei Castelli Romani, queste fragoline di bosco dolci e profumate, dal colore rosso intenso, vantano antiche tradizioni legate alla loro raccolta e già nell’Antica Roma erano oggetto di festeggiamenti e riti. La prima domenica di giugno Nemi festeggia da decenni le sue fragole con una famosa sagra che vede protagonisti anche dolci a tema e liquori aromatici.

Prova Supermercato24

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Articoli simili

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Supermercato24 da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *