Lidl e l’impegno per la sostenibilità, il primo report

Lidl Italia ha recentemente pubblicato il primo report aziendale in materia di sostenibilità, relativo al biennio 2017/2018. Il documento analizza sotto molteplici aspetti le aree di impatto (sociale, economico e ambientale) e di responsabilità dell’insegna, fissando alcuni obiettivi per gli anni a venire.

Lidl è presente sul territorio italiano con oltre 600 punti vendita e più di 15.000 collaboratori, al lavoro nei supermercati, nei 10 centri logistici, negli uffici. Una realtà in continua espansione e motivata a proseguire nel senso di una sempre maggiore sostenibilità del proprio operato, anche coinvolgendo in progetti mirati partner commerciali e consumatori.

Il report di Lidl Italia relativo alla sostenibilità aziendale 2017/2018 offre un quadro delle strategie messe in atto e dei risultati ottenuti su più fronti. In tema di riduzione dell’impatto ambientale, ad esempio, il risparmio di emissioni di CO2 attraverso azioni programmate ha raggiunto, nel periodo esaminato, le 97.201 tonnellate. L’80% dei nuovi punti vendita sono stati costruiti in aree dismesse e quindi riqualificate e tutti gli edifici sono dotati di sistemi per sfruttare energia da fonti rinnovabili. In tema di attenzione al sociale, sono ad oggi 350 le associazioni caritative collegate all’insegna che si impegnano a recuperare le eccedenze per un’azione concreta contro lo spreco alimentare.

Tra i risultati raggiunti in termini di qualità della produzione e della filiera, Lidl vanta oltre 370 prodotti a marchio certificati come sostenibili e ha vinto il premio Good Egg 2018 per l’impegno sul fronte del benessere animale. Lidl Italia punta ad ampliare l’offerta di un assortimento sostenibile, ampio e di qualità, capace di dare un valore aggiunto al territorio di appartenenza. Anche per questo oltre l’80% degli articoli in assortimento fisso sono prodotti in Italia. Il 100% dei prodotti contenenti cacao hanno una certificazione Fairtrade, UTZ, Rainforest Alliance o Bio. Oltre il 50% delle referenze di caffè soddisfano uno standard di produzione responsabile. I controlli di qualità e sicurezza alimentare sono capillari e numerosi. Per quanto riguarda la gestione aziendale e il benessere dei lavoratori nel 2019 Lidl ha vinto il premio Best Workplaces per il quinto anno consecutivo.

Sono solo alcuni esempi di quanto realizzato finora. Ecco invece alcuni obiettivi fissati da Lidl nel breve e medio periodo per proseguire il percorso intrapreso di gestione virtuosa dell’azienda:

  • Entro il 2019: utilizzo esclusivo, per tutti i prodotti a marchio Lidl, di uova di galline allevate a terra, all’aperto o in allevamenti biologici. Eliminazione dei prodotti monouso in plastica.
  • Entro il 2020: sostituzione di tutti i sistemi di illuminazione aziendali con sistemi a LED finalizzati a un concreto risparmio energetico.
  • Entro gennaio 2025: riduzione del 20% del contenuto medio di zucchero e sale aggiunti ai prodotti a marchio Lidl.
  • Entro la fine del 2025: riduzione del consumo di plastica pari almeno al 20% sui numeri attuali e utilizzo di plastica riciclabile al 100% per il packaging delle diverse etichette del marchio.

Prova Supermercato24

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Supermercato24 da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *