Rapporto Coop per il 2020, propositi e previsioni per il nuovo anno

È stata da poco presentata la versione definitiva del rapporto Coop per il 2020 con i risultati del sondaggio annuale, realizzato in collaborazione con Nomisma, su stili di vita, alimentazione e propositi per il futuro dei consumatori italiani. Risultano centrali i temi del clima, dell’ambiente e della sostenibilità, il desiderio di cambiamento e partecipazione, la spinta verso un’alimentazione sana. Buone le previsioni per il settore GDO, per l’e-grocery e il meal delivery.

Non più una semplice speranza di miglioramento, ma una concreta volontà di cambiamento sembra dominare le aspettative degli italiani per il 2020. Un cambiamento che riguarderà prima di tutto la sfera personale ma non senza risvolti collettivi, nel nome della sostenibilità ambientale, della mobilità green, dell’attenzione al riciclo e della lotta allo spreco. Tra i buoni propositi trovano maggiore spazio anche il volontariato e il desiderio di utilizzare meno i social per riprendere a frequentare gli amici in maniera tradizionale, oltre a una nuova spinta a partecipare ad eventi pubblici e manifestazioni.

Per quanto riguarda i consumi, seppur in uno scenario economico ancora problematico, sembrano esserci prospettive di crescita, in particolare per quanto riguarda l’alimentazione, i viaggi, la cura della persona. A trainare, secondo il sondaggio Coop Nomisma, saranno probabilmente gli under 35 e il Centro-Sud Italia, dove è previsto un aumento della spesa per l’alimentazione (prodotti tradizionali ma anche biologici, integrali e superfood). A proposito di spesa alimentare spicca il saldo positivo (+12%) tra chi si propone di aumentare i consumi domestici e chi invece vorrebbe ridurli, mentre è in leggero calo il desiderio di mangiare più spesso fuori casa (-3%).

L’interesse degli italiani per la spesa online e il meal delivery è in crescita e conquista nuovi consumatori che si ripromettono di sfruttare queste soluzioni nel nuovo anno. I prodotti più ricercati, secondo l’indagine, saranno quelli utili a svoltare verso un’alimentazione sana e di qualità, assecondando anche la voglia di tornare alle ricette della tradizione e di limitare o abbandonare il cibo spazzatura. Anche carne rossa e piatti pronti sembra abbiano perso appeal a favore di carni bianche e legumi, mentre si fa largo l’interesse per l’integrale e cresce la curiosità di sperimentare cereali alternativi al frumento. Frena leggermente rispetto agli ultimi anni l’interesse per i prodotti senza glutine, senza lattosio e vegan.

Il rapporto Coop si conclude con alcuni dati incoraggianti per il settore della GDO, con un fatturato in crescita e le previsioni per il 2020 che parlano di un +1,4%. Molto positivo il settore dell’e-grocery. La spesa alimentare online nel 2019 ha segnato un +26% rispetto all’anno precedente e si prevedono conferme e nuovi incrementi nel 2020.

Prova Supermercato24

Registrati gratuitamente e ricevi email con sconti e promozioni per la tua spesa online

Daniela Dall'Alba

Pubblicato da Daniela Dall'Alba

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Milano, copywriter e traduttrice freelance, Daniela collabora con Supermercato24 da febbraio 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *